Come diversificare e rendere la tua catena di approvvigionamento pronta per il futuro

Come diversificare e rendere la tua catena di approvvigionamento pronta per il futuro

Come diversificare e rendere la tua catena di approvvigionamento pronta per il futuro 2160 1215 Giuseppe

Logistica e-commerce: come rendere la tua catena di approvvigionamento pronta per il futuro

 

la logistica

Mentre la tua azienda entra in una fase di forte crescita, è fondamentale concentrarsi su ciò che stai offrendo ai tuoi clienti, sia metaforicamente che letteralmente. A meno che tu non disponga della larghezza di banda per concentrarti sulla logistica, questo elemento essenziale ma complicato può essere un doloroso drenaggio delle risorse del tuo team.

I proprietari di attività di e-commerce non hanno sempre il lusso di alloggi in luoghi fisici. Ciò significa che dovrai capire la logistica alla base del modo in cui un ordine online viene prelevato, imballato e spedito alla persona che lo acquista, indipendentemente da dove si trovano (e i tuoi prodotti).

Per gli acquirenti moderni, questa esperienza deve essere il più veloce e fluida possibile. Un terzo dei consumatori statunitensi penserà di cambiare azienda dopo una sola esperienza negativa.

Quindi, come offri la stessa esperienza di alta qualità durante il ridimensionamento? Questa guida spiega come mettere a punto il tuo processo logistico di e-commerce e preparare la tua attività per un afflusso di ordini online.

Sommario

  1. Che cos’è la logistica dell’e-commerce?
  2. Un tipico processo logistico di e-commerce nel 2021
  3. 11 best practice per la logistica dell’e-commerce 
  4. Soluzioni logistiche per l’e-commerce

Che cos’è la logistica dell’e-commerce?

La logistica dell’e-commerce è il processo di produzione, etichettatura, conservazione e infine consegna di un prodotto alla porta di casa di un cliente una volta acquistato. È un processo senza soluzione di continuità e spesso automatizzato che aiuta le aziende di e-commerce a portare i loro prodotti ai clienti online (e viceversa, se restituiti).

Il rivenditore online medio spende l’ 11% del proprio fatturato in logistica. Il settore è cresciuto del 27% lo scorso anno e si prevede che raggiungerà quasi $ 650 miliardi entro il 2025. Tuttavia, più della metà (53%) dei rivenditori afferma che la logistica di consegna e di evasione degli ordini rappresenta una sfida “significativa”.

Avere un processo logistico ben congegnato non è solo un piacere. Le aziende di e-commerce vedono nella logistica veloce ed efficiente un vantaggio competitivo. Alcuni segnalano addirittura un rischio enorme per la loro attività se il loro processo logistico non soddisfa le aspettative dei clienti.

Uno di questi rivenditori è Coupang , il più grande mercato online della Corea del Sud. Sostiene di aver costruito la più grande impronta B2C della nazione, con 100 centri di evasione ordini che si estendono su 25 milioni di piedi quadrati. Una dichiarazione nel suo rapporto di deposito afferma: “Riteniamo che la nostra infrastruttura di consegna end-to-end, inclusa la capacità di controllare la nostra logistica di consegna dell’ultimo miglio, sia un vantaggio competitivo chiave”.

Se non disponiamo di una sufficiente capacità di evasione e consegna, o riscontriamo problemi nell’evadere e consegnare gli ordini in modo tempestivo, i nostri clienti potrebbero riscontrare ritardi nella ricezione dei loro acquisti, che potrebbero danneggiare la nostra reputazione e il nostro rapporto con i nostri clienti”.

twit

Un tipico processo logistico di e-commerce nel 2021

Logistica interna

Le aziende con negozi fisici o magazzini possono scegliere di svolgere la propria logistica internamente.

In questo caso, hai un team dedicato che accoglie le merci in arrivo, le immagazzina e le preleva quando viene effettuato un ordine online. Dovrai collaborare con un corriere, come FedEx, USPS o DHL, che raccoglie gli ordini e li consegna a un cliente.

Trattare i negozi fisici come centri di distribuzione di proprietà è un metodo logistico popolare utilizzato da quasi la metà dei rivenditori . Ma ha un costo. Knight Frank stima che per ogni miliardo di vendite online, i rivenditori hanno bisogno di 1,36 milioni di metri quadrati di spazio di magazzino.

Scaricare la consegna

Il processo logistico per i rivenditori che utilizzano un modello di business dropshipping è molto meno complesso. Non toccano gli articoli che vendono attraverso i loro negozi online. Non appena arriva un ordine online, viene inviato a un fornitore di terze parti che lo preleva, imballa e spedisce.

Dal punto di vista logistico, il dropshipping ha la barriera più bassa all’ingresso. Ma poiché i rivenditori non toccano fisicamente i prodotti in nessun punto della loro catena di approvvigionamento, possono sorgere problemi. Non hai il controllo del magazzino, del prodotto o di quando viene spedito.

Fornitori di logistica di terze parti

I fornitori di logistica di terze parti (3PL) fungono da intermediari tra un approccio completamente pratico e non. In questo caso, hai ancora il controllo sui prodotti che vendi tramite il tuo sito di e-commerce. L’unica differenza è che i tuoi prodotti sono immagazzinati, etichettati e imballati in un hub di distribuzione e centro logistico di terze parti.

Uno di questi è la rete di adempimento di Stratagemma. Questi centri sono sparsi in tutto il paese e fungono da casa per le tue scorte invendute.

Quando viene acquistato da un cliente online, il personale (e il suo supporto robotico) nei centri di evasione ordini prelevano, imballano e spediscono i prodotti ai clienti. È un modo per risparmiare tempo e denaro per eliminare l’incubo logistico della vendita online.

11 best practice per la logistica dell’e-commerce

  1. Trova in anticipo un partner logistico per l’e-commerce
  2. Bilancia la logistica a valore aggiunto con il profitto
  3. Dai priorità alla spedizione gratuita (e veloce))
  4. Automatizza ciò che puoi
  5. Garantire la qualità e l’accuratezza dell’ordine
  6. Considera le opzioni sostenibili
  7. Sincronizza il tuo inventario
  8. Collega i tuoi magazzini warehouse
  9. Regionalizzare l’inventario per ridurre i costi
  10. Diversifica la tua catena di approvvigionamento
  11. Pianifica la logistica inversa

1. Trova in anticipo un partner logistico di e-commerce

Cos’è che fa davvero funzionare la tua attività? La logistica è la tua competenza principale? È fondamentale per il tuo modello di business? In caso contrario, l’outsourcing può avere molto senso.

Ci sono problemi da affrontare nei magazzini, dedicando lo spazio del negozio all’alloggiamento del tuo inventario e le complessità nella vendita in nuovi paesi. Mantenere il controllo su questo come rivenditore può essere estremamente difficile. Hai bisogno di un dialogo onesto su quando la logistica sta realmente interferendo con il successo dell’azienda.

Più la tua attività cresce complessa, maggiore è lo sforzo che devi fare per continuare a fare le cose che ti hanno portato i tuoi clienti principali e continuerai a conquistarne di nuovi.

Ci sono sicuramente vantaggi nell’internalizzare la logistica e fare tutto da soli, ecco perché il mercato dell’outsourcing D2C potrebbe raggiungere i 156 miliardi di dollari entro il 2023 .

Il vantaggio più ovvio è l’accesso a funzionalità che non hai. Che si tratti di tecnologia, risorse, competenze o nuove aree geografiche, l’outsourcing ti dà il potere di acquisire specialisti che lo fanno 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Ci sono anche vantaggi dal punto di vista dei costi. In genere, i 3PL hanno economie di scala per darti un costo per unità migliore di quello che sei in grado di ottenere da solo. Avrai anche accesso all’infrastruttura che non potresti implementare da solo.

Chiamare una società di logistica di terze parti (3PL) può essere difficile, ma il giusto partner 3PL può farti risparmiare tempo e stress.

Prima di firmare un contratto con una società di logistica più grande, parla con qualsiasi 3PL con cui potresti lavorare per vedere se ti danno una tariffa migliore sulle consegne. Contrarre con due società può aiutare se una è migliore nelle consegne locali e l’altra è migliore nelle lunghe distanze”.

—Chelsea Cohen, co-fondatore di SoStocked

La ricerca mostra che su ogni $ 100 di vendite e-commerce, le aziende di logistica raccolgono da $ 12 a $ 20 . Questa è una grande differenza tra la spesa logistica media da $ 3 a $ 5 per i budget di un rivenditore fisico.

Tuttavia, le economie di scala e l’accesso alle capacità esperte offerte dai 3PL creano un vantaggio competitivo che potresti non essere in grado di fornire da solo con la portata e la velocità di cui hai bisogno.

2. Bilancia la logistica a valore aggiunto con il profitto

Assicurarti che i tuoi prodotti siano confezionati perfettamente può aumentare la soddisfazione del cliente, ma è importante sapere quando questi servizi a valore aggiunto causano più problemi di quanto valgano.

È sempre una buona idea chiedere quali funzionalità di servizio a valore aggiunto ha un 3PL. Per esempio:

  • Che tipo di esperienza e capacità hanno con il kitting?
  • Sono in grado di gestire imballaggi personalizzati?
  • Possono fare sacchetti regalo?
  • Possono fare messaggi personalizzati?
  • Possono funzionare con carta velina fantasia?
  • Possono lavorare con i campioni?
  • Possono personalizzare il pacchetto?

Questi punti stanno diventando tutti sempre più importanti per consumatori e rivenditori. Un provider 3PL in grado di gestirli; fai le domande di cui sopra quando interroghi potenziali fornitori.

Ma, come promemoria, anche la logistica a valore aggiunto può andare troppo oltre. Alcuni di questi servizi extra aggiungono un’enorme complessità operativa al processo di evasione degli ordini. Di conseguenza, aumentano i costi.

I rivenditori devono assicurarsi di avere il ritorno appropriato su tale investimento. Devi sempre bilanciare le implicazioni operative con il fattore wow del marketing. Se il processo di evasione degli ordini è troppo costoso o richiede troppo tempo, non importa quanto sia bello il pacco.

3. Dai priorità alla spedizione gratuita (e veloce)

Offrire una consegna gratuita può incoraggiare le persone ad andare avanti con i loro acquisti. La consegna gratuita è il motivo principale per cui le persone acquistano online. Quando ai clienti è stato chiesto perché non hanno effettuato un acquisto online, il 35% ha risposto perché i tempi di consegna erano troppo lunghi.

Ci sono modi per gestire il costo della spedizione gratuita , come avere una dimensione minima dell’ordine per qualificarla o offrirla solo con promozioni o articoli selezionati. Tuttavia, con qualsiasi opzione di spedizione gratuita, i rivenditori hanno bisogno di una soluzione logistica di e-commerce che sia conveniente.

In questi giorni, la spedizione gratuita non è sufficiente. È finita la “consegna in 10 giorni lavorativi”. I clienti si aspettano la consegna puntuale dei loro ordini e sono arrabbiati quando non è un’opzione. Solo il 15% dei consumatori statunitensi ha soddisfatto le aspettative sulla velocità di consegna.

L’ultimo paradosso è che i clienti vogliono che i loro ordini siano sempre più veloci, ma non vogliono pagare per questo. La ricerca mostra che il 65% dei consumatori statunitensi si aspetta di ricevere i prodotti ordinati online entro due o tre giorni. D’altro canto, il 30% dei rivenditori sta lavorando per rispettare tali scadenze entro il 2022.

ecommChiedi ai tuoi potenziali fornitori 3PL informazioni sulla consegna dell’ultimo miglio, il viaggio finale di un articolo verso il cliente. La logistica dell’ultimo miglio può richiedere il 53% del costo di spedizione totale di un prodotto , ma è importante trovare una società di logistica che sia al passo con la spedizione di grandi quantità in brevi periodi di tempo, consentendoti di fidelizzare i clienti.

Dopotutto, hai il difficile compito di impedire ai clienti di essere incentivati ​​a utilizzare la spedizione in giornata di Amazon.

4. Automatizza ciò che puoi

La maggior parte dei 3PL può offrire tariffe diverse per spedizioni diverse, portando a risparmi significativi. Ma richiede la tecnologia, le informazioni e le competenze per essere in grado di prendere le migliori decisioni di spedizione.

Per capitalizzare su questi vettori multipli, hai bisogno di determinate capacità. Il più importante è l’acquisto del servizio tariffario; la tecnologia nel tuo WMS o nel sistema di gestione dei trasporti per prendere la migliore decisione di spedizione possibile.

Qual è lo ZIP di origine? Dove sta andando? Quanto pesa il pacco? Quali sono le sue dimensioni? Valuta lo shopping attraverso questi corrieri per provare a farlo nel modo più conveniente.

Mentre stai studiando la tecnologia che un 3PL ha da offrire, considera se puoi automatizzare qualsiasi parte del processo logistico.

Un modo per farlo è trovare un centro di e-commerce che utilizzi i robot. Secondo McKinsey , i sistemi automatizzati di movimentazione dei pallet di alcune aziende possono dimezzare i tempi medi di elaborazione delle spedizioni.

Si stima che entro il 2030 molte operazioni logistiche eseguite da fornitori di servizi di terze parti potranno essere automatizzate. Gli esempi includono la gestione dell’inventario dei prodotti per la previsione e il rifornimento delle scorte , i robot di prelievo e i sistemi multishuttle.

Alibaba, la più grande azienda di e-commerce in Cina, ha annunciato lo scorso anno la propria tecnologia logistica. Il suo robot di consegna può consegnare 500 pacchi al giorno , coprendo 100 km con una singola carica.

Tuttavia, l’automazione della logistica non deve essere così complessa. Il rivenditore di moda GoudronBlanc utilizza un partner logistico che si integra con il suo negozio Stratagemma. Tutti gli ordini online sono sincronizzati con il software di logistica, ma il loro team conferma manualmente quali ordini devono essere prelevati, imballati e spediti.

Il mio consiglio è di trovare un modo per modificare gli ordini, in modo che i clienti abbiano spazio per cambiare idea o correggere un errore che potrebbero aver commesso. Sebbene sembri un passaggio non necessario nel mondo dell’automazione, questo ci consente di controllare il flusso degli ordini e modificare qualsiasi ordine in base alle richieste dell’ultimo minuto di un cliente”.

—Guerric de Ternay, fondatore di GoudronBlanc

5. Garantire la qualità e l’accuratezza dell’ordine

La qualità, l’accuratezza degli ordini e l’evasione degli ordini da un centro di evasione ordini in modo tempestivo sono le funzionalità più importanti che devi considerare quando parli con potenziali fornitori.

Niente delude il consumatore più che rovinare le basi. Nessuna quantità di fattore wow e nessuna quantità di buzz di marketing potranno mai superare gli incubi logistici in una catena di approvvigionamento di e-commerce. I clienti vogliono avere fiducia nel fatto che il loro ordine arriverà come e quando previsto.

Per questo motivo, la qualità e l’accuratezza degli ordini dovrebbero essere il punto di discussione più importante con qualsiasi fornitore 3PL. Qual è il loro tasso medio di accuratezza degli ordini? Come gestiscono (e rettificano) ordini imprecisi?

Allo stesso modo, assicurati che il tuo sito di e-commerce sia ben attrezzato per acquisire i dati di cui il tuo partner 3PL ha bisogno. Solo il 60% dei 3PL ha affermato che più di tre quarti dei propri clienti condividono tutti i dati necessari per soddisfare le proprie aspettative di realizzazione.

Assicurati che il percorso di acquisto sul tuo sito di e-commerce configuri il tuo fornitore 3PL per il successo. Ciò potrebbe significare:

  • Codici a barre e SKU corretti per i prodotti che vendi online
  • Compilazione automatica degli indirizzi da un codice postale per evitare errori di battitura nei dettagli di spedizione
  • Spiegare ai clienti come utilizzare i campi del modulo, ad esempio “Scrivi un messaggio regalo”

La linea di fondo è: i consumatori sono condizionati ad aspettarsi un alto livello di accuratezza e qualità. Niente di meno è deludente e rischia una futura relazione redditizia con loro.

6. Considera le opzioni sostenibili

La logistica dell’e-commerce deve essere veloce, efficiente e il più economica possibile. Spesso, tale criterio viene privilegiato rispetto alla sostenibilità.

Per i consumatori, la sostenibilità è importante quasi quanto il costo. Un rapporto IBM ha rilevato che la sostenibilità è importante per quasi otto consumatori su dieci. Quasi il 60% ha dichiarato di essere disposto a cambiare le proprie abitudini di acquisto per ridurre l’impatto ambientale dei propri ordini online. Inoltre, oltre il 70% dei consumatori è disposto a pagare un premio per i prodotti di rivenditori sostenibili.

I confini tra economico, veloce e sostenibile sono sfumati. Interroga eventuali fornitori di servizi logistici di terze parti per vedere quanto sono sostenibili i loro processi. Scegli corrieri in linea con la missione del tuo marchio.

Potrebbe essere allettante utilizzare i materiali più economici o la soluzione di evasione più rapida. Tuttavia, potrebbe risultare che i materiali più costosi ed ecologici o il servizio di consegna più lento ma più ecologico potrebbero effettivamente aumentare le vendite a causa dell’allineamento con i desideri dei clienti!

—Jarett Elser, co-fondatore di Herdwear Apparel

7. Sincronizza il tuo inventario

Valutare e misurare accuratamente il tuo inventario è incredibilmente difficile. Fare attenzione al riassortimento degli articoli e non avere troppi eccessi è una sfida che richiede un’attenta gestione.

La gestione dell’inventario è eccezionalmente importante e anche, francamente, una scienza. La quantità di buffer da avere e la quantità di un determinato prodotto da avere in magazzino varia in base alla situazione del rivenditore, a ciò che vende e a dove si trova finanziariamente.

L’inventario in eccesso è dannoso, giusto? Impedisce denaro che potresti utilizzare in modo più produttivo in altre aree della tua attività. Ma il rovescio della medaglia, siamo stati tutti in situazioni in cui abbiamo fatto acquisti online e abbiamo trovato la cosa che volevamo acquistare ma, sfortunatamente, non ci sono unità a portata di mano.

Questa è una cattiva esperienza del cliente e forse il risultato di non avere un controllo appropriato sul tuo inventario. Come abbiamo detto prima, l’obiettivo è l’inventario giusto, nel momento giusto, nel posto giusto, nella giusta quantità. Farlo in modo efficace è molto più difficile di quanto sembri.

Ci sono molte informazioni online su come valutare la quantità di inventario da tenere, come calcolare e analizzare i tassi di rotazione dell’inventario e i giorni di rotazione e così via. Ma si riduce ad alcune variabili:

  • Quanto costa il tuo inventario?
  • Quanto hai in genere a portata di mano in qualsiasi momento?
  • Quanto è prevedibile la tua richiesta?
  • Come rifornisci il tuo inventario?

Questo sembra molto diverso se l’inventario proviene dalla Cina, come puoi immaginare. Hai un tempo di consegna di uno o due mesi, rispetto a un fornitore che si trova lungo la strada.

Più semplici sono queste variabili, più è fattibile per te gestire il tuo inventario. Più sono complicati, più sarà difficile, il che significa che potrebbe avere senso consultare esperti.

8. Collega i tuoi magazzini

A seconda di dove conservi le diverse parti del tuo inventario, tenere traccia di quali prodotti si trovano dove è fondamentale per garantire una consegna puntuale.

È molto difficile e costoso servire i clienti negli Stati Uniti da un unico sito, soddisfacendo allo stesso tempo le loro aspettative in termini di ciò che un consumatore oggi desidera in termini di tempi di consegna.

È ancora più difficile servire i clienti internazionali da un unico sito o gestire magazzini internazionali e deliziarli allo stesso tempo.

I rivenditori devono coprire più magazzini, dropshipper e negozi fisici e lo stanno facendo in più paesi nel tentativo di trovare il luogo di evasione ordini più efficiente. Gestire questa frammentazione è difficile.

La parte più difficile è la pianificazione della domanda: sapere di quanti nodi avrai bisogno e definire la quantità di inventario da tenere dove in quella rete, quando e in quale quantità. È una capacità che manca a molti rivenditori, ma che può essere facilitata con strumenti di previsione dell’inventario come Inventoro e StockTrim .

9. Regionalizzare l’inventario per ridurre i costi

Le grandi compagnie di navigazione che attraversano il paese offrono soluzioni di consegna valide per tutti, ma non sono sempre le più semplici… e raramente sono le più economiche.

La distanza equivale a tempo e denaro e la riduzione della distanza può far risparmiare molti dollari mantenendo o addirittura migliorando i livelli di servizio. Se spedisci grandi volumi a San Francisco, ad esempio, ha senso avere un magazzino o un partner 3PL in grado di immagazzinare articoli in quell’area. I clienti possono ottenere la spedizione gratuita (o in giornata) se il prodotto che stanno acquistando è già nelle vicinanze.

La localizzazione riduce anche la tua dipendenza dai 3PL nazionali. Puoi iniziare a lavorare con corrieri regionali e corrieri metropolitani che possono portare enormi risparmi sul tavolo, rispetto alle loro controparti nazionali.

C’è anche un effetto domino dell’inventario regionalizzato sui costi logistici. I dati mostrano che la distribuzione dell’inventario può ridurre i costi di spedizione del 25%, portando a un risparmio complessivo del 13%.

Abbiamo utilizzato magazzini decentralizzati per disperdere le scorte in aree ad alta densità. Ciò riduce i nostri tempi di risposta e ci consente di reagire più rapidamente alle richieste dei clienti senza dover raddoppiare la nostra forza lavoro per stare al passo con la domanda”.

—Chris Campbell, partner di The Charming Bench Company

10. Diversifica la tua catena di approvvigionamento

Sebbene molti fornitori 3PL dispongano di piani di backup, alcuni problemi in una catena di approvvigionamento di e-commerce sono inevitabili.

Cerca di diversificare la tua catena di approvvigionamento ove possibile. Gli scioperi dei dipendenti presso un fornitore di servizi logistici o i problemi con la propria catena di approvvigionamento possono causare danni alla velocità (e accuratezza) dell’elaborazione degli ordini online.

Parker Russell, proprietario e CEO di Black Ink Coffee , ha riscontrato problemi con la sua catena di approvvigionamento a causa della natura dell’attività: “Dal momento che i chicchi di caffè sono un prodotto scambiato con le proprie stagioni di raccolta, abbiamo scoperto che è necessario avere molte strade aperto quando si tratta della tua logistica.”

La migliore pratica che direi a chiunque inizi è quella di avere fluidità all’interno del proprio modello di business. Sia che colpisca un disastro naturale, una pandemia 2.0 o che una nave mercantile viri di lato nel Canale di Suez, devi avere la capacità di andare avanti (qualunque cosa serva).

“Ecco perché hai bisogno di un piano di backup per il tuo piano di backup, pratica una corretta gestione del rischio e mantieni sempre i tuoi dipendenti e il personale formati in modo che possano gestire le diversità”. —Parker Russell, proprietario e CEO di Black Ink Coffee

11. Pianificare la logistica inversa

La logistica dell’e-commerce è più che portare il tuo prodotto a un consumatore finale. Avrai bisogno di un processo in atto per gestire il movimento dei prodotti nella direzione opposta, nota come logistica inversa.

I resi affliggono i rivenditori di e-commerce, spesso non per colpa loro. I clienti sono onesti sul fatto che acquistano varianti di un prodotto con l’ intento di restituirli .

ecommUna popolare strategia di logistica inversa consente ai clienti di restituire gli articoli acquistati online, in negozio.

È un’esperienza di gran lunga migliore per il consumatore, perché non comporta la stampa di etichette, scatole di cartone e, soprattutto per gli acquirenti, non comporta l’attesa per riavere i tuoi soldi”.

—David Sobie, CEO e co-fondatore di Happy Returns

Floyd , un’azienda di vendita diretta al consumatore di mobili online, ha ridisegnato il suo programma di logistica inversa per seguire questo formato. Ora offre il ritiro a domicilio per i resi, che vengono poi inviati ai magazzini per essere ispezionati e classificati. Gli articoli restituiti vengono rimessi in vendita su Full Cycle con uno sconto dal 15% al ​​50%.

Se non desideri accettare resi per ordini online in negozio, chiedi se il tuo fornitore 3PL (o magazzino) ha la capacità di gestirli. La maggior parte dei partner può accogliere lo stock restituito, esaminarlo e rimetterlo sullo scaffale pronto per essere prelevato quando ordinato di nuovo.

Aziende di logistica e-commerce

Rete di adempimento Stratagemma

Non vuoi occuparti del processo logistico di spedizione dei prodotti ai clienti finali? La rete di evasione degli ordini di Stratagemma preleverà , imballerà e spedirà gli ordini non appena verranno generati tramite la tua piattaforma di e-commerce o il sistema POS.

I rivenditori possono visualizzare analisi in tempo reale sul proprio inventario direttamente dalla dashboard di Stratagemma. Spedisci semplicemente le scorte a un centro di distribuzione se le vedi in esaurimento e avrai sempre scorte pronte per evadere nuovi ordini.

Ogni centro di evasione ordini utilizza robot collaborativi che aiutano a mantenere velocità di evasione elevate e un’accuratezza dell’ordine del 99,5%. Inoltre, il personale che lavora in ogni centro di distribuzione è vincolato da codici di condotta sociali ed etici che coprono condizioni di lavoro sicure e retribuzione equa.

ecomm2

ShipBob

ShipBob è un’altra piattaforma di e-commerce che aiuta i marchi diretti al consumatore a gestire il proprio processo logistico. Ha una rete globale di evasione ordini su cui i rivenditori possono fare affidamento quando promettono spedizioni veloci a clienti globali.

ShipBob ha requisiti minimi di spedizione mensili significativamente inferiori rispetto ad altri centri logistici di terze parti e potrebbe essere una buona opzione”.

—Joe Whiteside, co-fondatore di Honey & Roses Coffee

Easyship

Easyship aiuta i commercianti a vendere a livello globale. Offre tariffe di spedizione scontate dalla sua rete di corrieri.

I clienti che acquistano su un sito Web utilizzando Easyship possono anche calcolare le tariffe di spedizione, le tasse e le spese del corriere in anticipo al momento del pagamento. Ciò aiuta a ridurre l’abbandono del carrello, poiché il 49% degli acquirenti abbandona i carrelli online a causa di costi aggiuntivi.

Veeqo

Veeqo consente ai rivenditori di vendere facilmente su diversi canali . Il suo inventario omnicanale e i servizi di evasione ordini aiutano i rivenditori a gestire la logistica per gli ordini effettuati tramite il loro sito Web Stratagemma e mercati come eBay ed Etsy.

Agisce come un’unica fonte di verità per l’intero processo logistico, indipendentemente da dove, cosa o come vendi.

Ridimensionare gli ordini online non deve essere un incubo logistico

Non c’è dubbio che il processo logistico per i rivenditori di e-commerce diventa più complesso man mano che cresci.

Sia che tu stia gestendo resi da clienti internazionali o trovando fornitori 3PL per regionalizzare il tuo inventario, ci sono tre temi generali che rendono il tuo processo logistico un successo: accuratezza, costi e velocità.

 

    Preferenze Privacy

    Quando visiti il nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla Privacy. Vale la pena notare che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che siamo in grado di offrire.

    Abilita/Disabilita tracciamento per Google Analytics
    Abilita/Disabilita Google Fonts
    Abilita/Disabilita Google Maps
    Abilita/Disabilita Video Presenti sul Sito
    Questo sito utilizza cookies tecnici, anche di terze parti. Continuando con la navigazione acconsenti al loro utilizzo.
    Inizia Chat
    1
    Ciao! Vuoi iniziare a trarre profitto in un mondo dominato dal digitale?